Bari, Sabbione promuove la difesa a 3: «Così siamo più sicuri»

Parola al difensore biancorosso autore della rete dell’1-1 con la Reggina

Ricerca dell’equilibrio e meccanismi da affinare. Alessio Sabbione, autore della rete dell’1-1 del Bari nella notte del San Nicola contro la Reggina, indica la via da seguire per la difesa a 3 che Giovanni Cornacchini ha modellato negli ultimi 180 minuti. L’ex Carpi, titolare all’esordio contro la Sicula Leonzio e riserva nell’1-3 contro la Viterbese, completa il reparto con Di Cesare e Perrotta. Un passaggio proposto per la prima volta nella vittoria di Rieti e confermato nel pari di lunedì sera.

Sabbione, Di Cesare e Perrotta. 89 anni e 720 presenze tra i pro in tre. Sono i granatieri ai quali Cornacchini si affida per blindare la difesa, colpita otto volte in sei partite ufficiali tra campionato e coppa, e la sua panchina, sulla quale si sono allungate in settimana le ombre di Baroni, Castori e Calabro. Il centrale classe ’91 fa leva sulla compattezza del gruppo e promuove il passaggio alla linea a 3.