E’ stato arrestato in flagranza di reato Antonio Mario Lerario, dirigente della Regione Puglia e responsabile della Protezione civile regionale ad interim. Per lui l’accusa è di corruzione. E’ stato fermato dai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Bari dopo aver ricevuto la somma di 10 mila euro in una busta, tutti in contanti, da parte di un imprenditore che opera nel settore dell’edilizia. Lo stesso imprenditore ha contratti di appalto in corso con la Protezione Civile per un valore di oltre 2 milioni di euro. L’arresto di Lerario è scattato nell’ambito delle indagini che riguardano proprio la sua attività di dirigente della protezione civile pugliese. Ora si trova a disposizione della Procura della Repubblica di Bari in attesa della convalida dell’arresto da parte del gip dopo l’interrogatorio.