Nella mattina i militari della Stazione di Acquaviva delle Fonti hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Bari, nei confronti di M.O, 55enne del luogo, noto alle Forze di Polizia e già sottoposto agli arresti domiciliari, il quale dovrà espiare la pena residua di oltre 8 anni.

La misura è stata disposta in seguito alle varie condanne inflitte all’uomo per reati commessi sin dal 2013. Con tale provvedimento l’Autorità Giudiziaria ha proceduto all’unificazione di tutte le pene, al fine di determinare la pena unica complessiva da espiare. Quindi il cumulo delle pene, al netto dei periodi di carcerazione già sofferti, è risultato di 8 anni, 7 mesi e 16 giorni di reclusione, con la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici. Pertanto, l’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Turi.