Spaccio “familiare” di cocaina ed eroina: 5 arresti dei Carabinieri

Operazione ad Acquaviva delle Fonti doveva avevano monopolizzato il traffico

Avevano monopolizzato l’attività di spaccio di eroina e cocaina ad Acquaviva delle Fonti ma sono finiti nella rete dei carabinieri, sono stati arrestati e adesso dovranno rispondere di detenzione illecita e cessione di sostanze stupefacenti continuata in concorso. Le manette sono scattate ai polsi di cinque pregiudicati: i due fratelli Montenegro ed i tre fratelli Lassandro.

Solo nella fase preliminare dell’indagine i carabinieri sono riusciti a sequestrare complessivamente 300 grammi di cocaina e 400 grammi di eroina, e risalire ad oltre 30 clienti abituali dell’organizzazione dedita allo spaccio.

I carabinieri nel corso di una lunga indagine partita nel 2017, sono riusciti ad incastrare i fratelli Oronzo Montenegro, 52enne già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa, e Vito Montenegro, di 48 anni. Entrambi sono finiti in carcere. Dietro le sbarre è finito anche il 33enne Michele Lassandro, mentre per i fratelli di quest’ultimo, il 32enne Vito e il 27enne Antonio, sono stati disposti gli arresti domiciliari.