Due sparatorie a meno di 12 ore l’una dall’altra, un’aggressione ai danni di due Carabinieri, piazze del centro che diventano covo per lo spaccio di droga e spaccate. La fotografia di Bari negli ultimi tempi è quella di una città insicura e diventa sempre più tema centrale quello di un allarme sicurezza che va disattivato il prima possibile. A sollevarlo ancora una volta è il viceministro della Giustizia Francesco Paolo Sisto che ha sottolineato come il presidio dei quartieri mediante la polizia municipale sia un deterrente importante per contrastare un fenomeno che non sembra arrestarsi nel capoluogo pugliese.

Il servizio.