Il cadavere di un uomo di 24 anni, di cui non sono ancora note le generalità, è stato trovato questa mattina in un cantiere edile su via Ruvo a Molfetta. A dare l’allarme, questa mattina all’alba è stato il guardiano notturno del cantiere che sarà presto sentito dagli inquirenti ma che non si sarebbe accorto di nulla questa notte. Dall’esame esterno del corpo, non sono emerse ferite da armi da taglio o da fuoco ma ferite compatibili con colpi ricevuti con un oggetto o anche con una caduta accidentale o volontaria. Il corpo è stato ritrovato riverso a terra al centro di uno dei cortili della struttura disabitata in cui si stanno eseguendo dei lavori.

Per chiarire le cause della morte, è stata disposta l’autopsia, che sarà eseguita nelle prossime ore nell’istituto di medicina legale del Policlinico di Bari. Sul posto sono intervenuti, i carabinieri che indagano sulla vicenda coordinati dalla Procura di Trani. Al momento nessuna ipotesi investigativa è naturalmente esclusa. I militari stanno anche visionando i filmati delle videocamere di sorveglianza nei pressi della struttura, così da comprendere con più chiarezza la dinamica del fatto. Il cantiere, infatti, è dotato di telecamere ed, al momento, non è stato sottoposto a sequestro in attesa di decisioni da parte della procura tranese.