Dopo la fine della storia d’amore, è iniziato un vero e proprio incubo per una giovane donna, vittima di violenze, pedinamenti e incendio della propria autovettura. E’ accaduto a Corato dove gli agenti della Polizia di Stato hanno tratto in arresto quattro persone, due uomini e due donne, tutte di nazionalità rumena accusati di atti persecutori, incendio doloso e violazione di domicilio.

Le indagini sono partite lo scorso mese di marzo quando dopo la fine della relazione sentimentale tra la donna, che ha sporto denuncia, e uno degli arrestati. Da quel momento la vita della donna è diventata un inferno con inseguimenti, minacce con l’utilizzo di una mazza da baseball, aggressioni fisiche avvenute all’interno dell’appartamento della vittima davanti ai figli minori, fino ad arrivare all’incendio dell’auto.

Il perdurante stato di ansia e paura, unito al timore per l’incolumità propria e dei familiari, ha costretto la donna a modificare le proprie abitudini di vita e lasciare la città di Corato per trasferirsi in un’altra città. Dopo le formalità di rito tre persone sono finite in carcere, mentre un’altra agli arresti domiciliari