Scontro sull’inceneritore: il Comune di Modugno annuncia il ricorso al Tar

Scontro sull’inceneritore: il Comune di Modugno annuncia il ricorso al Tar

La Regione Puglia ha dato il via libera con l’Aia rilasciata lo scorso 25 gennaio

Sabato prossimo si terrà un’assemblea comunale monotematica e aperta, convocata “per ribadire la contrarietà del Comune di Modugno all’insediamento dell’inceneritore Newo a Bari, a ridosso del centro abitato” del paese pugliese. Lo rende noto il sindaco, Nicola Magrone, sottolineando che bisogna “dire basta a chi fa solo proclami” e per “pretendere in maniera chiara e netta la revoca dell’autorizzazione all’insediamento rilasciata dalla Regione”.

Per la realizzazione dell’impianto a ossicombustione Newo, ricordano dal Comune, che prevede attività di trattamento e coincenerimento di rifiuti speciali pericolosi e non, c’è stato il via libera della Regione Puglia con l’Autorizzazione integrata ambientale rilasciata il 25 gennaio. Il Comune di Modugno – si legge nella nota – è “tuttora l’unico ente che ha formalmente dato parere sfavorevole durante la Conferenza di Servizi tenutasi nei mesi scorsi alla Regione ed ha già predisposto gli atti per avanzare ricorso al Tar contro l’autorizzazione all’insediamento”