La Procura di Bari ha aperto una indagine per omicidio colposo a carico di ignoti e per la morte di persona ignota con riferimento allo scheletro ritrovato ieri in una lama a nord di Bari. L’indagine, coordinata dal pm Michele Ruggiero, dovrà come prima cosa cercare di identificare i resti.

Lo scheletro, trasferito nell’istituto di medicina legale del Policlinico di Bari con l’intera zolla di terra nella quale era semi sotterrato, sarà sottoposto nei prossimi giorni ad accertamenti tecnici per risalire a sesso, età presunta della vittima ed epoca presunta del decesso. Gli esami di antropologia forense vengono eseguiti da Francesco Introna e Biagio Solarino.
Sulla base di queste prime indicazioni, i dati saranno incrociati con quelli delle persone scomparse che presentino le medesime caratteristiche e quindi si procederà alla comparazione del Dna. A quanto si apprende, con il corpo sono stati trovati oggetti ed effetti personali che potrebbero aiutare nella identificazione e nel successivo accertamento sulla causa della morte che, stando alle primissime valutazioni, potrebbe risalire a circa 10 anni fa.