Ripartono i corsi di formazione in presenza organizzati dall’Associazione Italiana Sommelier Puglia, dopo mesi di stop dovuti all’emergenza sanitaria. “Ripartenza”, appunto, è la parola chiave per quello che dovrà essere un nuovo viaggio in grado di abbinare alla passione per il vino, la volontà di conoscere luoghi e persone, approfondendone storia e tradizioni. Un compito affidato agli attori del territorio chiamati ad affrontare le richieste del mercato offrendo esperienze a tutto tondo ai winelover. Fondamentale, dunque, la preparazione degli addetti ai lavori, per trasmettere al meglio agli utenti finali la conoscenza del mondo vitivinicolo e della cultura ad esso legata. Il primo appuntamento con AIS ha visto le consegne di attestati di sommelier a 50 componenti della delegazione Murgia.

Conoscenza e promozione da un lato, produzione dall’altro: avviata una collaborazione tra AIS Puglia e Confcooperative Puglia, associazione di rappresentanza della cooperazione vitivinicola pugliese, depositaria di un modello di impresa che valorizza la produzione dei propri soci-produttori agricoli, diretti destinatari dei risultati aziendali, grazie a un approccio sostenibile ed etico.