I Carabinieri della Stazione CC di Acquaviva, coadiuvati dai colleghi della Sezione Operativa di Gioia del Colle, al culmine di un’attività investigativa, in Adelfia hanno arrestato un 46enne del posto, già noto alle Forze dell’Ordine.

I militari hanno incrociato il 46 enne mentre, a piedi, stava raggiungendo la sua autovettura parcheggiata nel cortile di pertinenza alla sua abitazione. Insospettiti dall’atteggiamento dell’uomo, lo hanno fermato e sottoposto ad un primo controllo personale e, subito dopo, hanno effettuato una perquisizione veicolare al citato veicolo, nel quale hanno rinvenuto 70 grammi di cocaina, avvolta in cellophane, con relativo materiale utilizzato per il confezionamento, 15 armi da taglio, diversi arnesi da scasso, 4 pistole con tappo rosso e 2 fucili semiautomatici giocattolo riproducenti armi da guerra, il tutto ben occultato all’interno di un borsone custodito nel vano bagagli.

La sostanza stupefacente e le armi rinvenute sono state sottoposte a sequestro e verranno sottoposte ad accertamenti al fine di constatare se fossero state modificate e quindi utilizzate in fatti criminosi. La droga nei prossimi giorni verrà analizzata dal laboratorio sostanze stupefacenti del Comando Provinciale di Bari.

Il pusher, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato arrestato ed accompagnato presso la Casa Circondariale di Bari.