E’ stata proclamata nel primo pomeriggio l’approvazione da parte dell’assemblea straordinaria dei soci della Banca Popolare di Bari della proposta sia di trasformazione dell’istituto di credito in società per azioni che dell’aumento di capitale destinato al Fondo Interbancario ed a Medio Credito Centrale. Bisognerà comunque prima coprire le perdite con la ricostituzione di un capitale minimo di 10 milioni di euro. Ad annunciarlo è stato Antonio Blandini, uno dei due commissari straordinari della BpB al termine dell’assemblea.

Il 96% dei soci in assemblea ha votato a favore della trasformazione della Banca popolare di Bari in Spa. «Siamo particolarmente emozionati – ha detto il commissario Antonio Blandini – dell’approvazione con questa percentuale. Questo vuol dire che il progetto è stato pienamente compreso, che la banca continua e che ci sarà una banca nel Mezzogiorno e per il Mezzogiorno».

Una partecipazione importante che ha permesso lo svolgimento dell’assemblea in prima convocazione con oltre 35mila soci intervenuti.