Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Molfetta hanno arrestato un 31enne molfettese, incensurato, per detenzione di 200 grammi circa di sostanza stupefacente destinata allo spaccio.

I militari, su segnalazione giunta al “112”, sono intervenuti in un’abitazione del centro di Molfetta, per sedare una lite – in atto – tra madre e figlio. Quando ormai tutto è risolto, i carabinieri hanno fiutato un forte odore di marijuana e, insospettiti, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare sia nell’abitazione che nei locali attigui, il cui esito ha permesso di rinvenire e sequestrare circa 200 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, suddivisa all’interno di recipienti in vetro, una cospicua somma di danaro (circa 500 euro), sicuramente provento dell’attività illecita, tre bilancini di precisione e materiale per il confezionamento di singole dosi.

L’uomo, su disposizione dell’A.G., è stato accompagnato presso la casa circondariale di Trani.