Blitz all’alba dei Carabinieri a Bari contro capi e gregari del clan Parisi – Palermiti – Milella, ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi comuni e da guerra. Quindici ordinanze di custodia cautelare in carcere, decine di perquisizioni dei militari del Comando Provinciale, supportati dai “Cacciatori di Puglia”, dal Nucleo Cinofili e dal 6° Elinucleo CC di Bari.

I provvedimenti sono stati emessi dal gip del tribunale di Bari su richiesta della Direzione distrettuale antimafia. Il clan, oltre alla droga, sarebbe accusato anche di disporre di un arsenale di armi comuni e da guerra. I dettagli saranno resi noti nel corso di una stampa che terrà il Procuratore di Bari, Giuseppe Volpe.

Il blitz segue quello messo a segno il 25 ottobre scorso dalla Polizia che portò a 25 arresti, ricostruendo anche una serie di fatti di sangue nell’ambito di una faida tra clan per il controllo del quartiere Japigia.