Sequestrate 220 banconote contraffatte al Porto di Bari: denunciati due albanesi

Sequestrate 220 banconote contraffatte al Porto di Bari: denunciati due albanesi

Operazione della Guardia di Finanza, tutti tagli da 50 euro

Finanzieri del II Gruppo Bari, unitamente ai funzionari della locale Agenzia delle Dogane e Monopoli, impegnati nei controlli a contrasto dei traffici illeciti nel porto di Bari, hanno sequestrato 220 banconote da 50 euro contraffatte e denunciato due cittadini albanesi.

Durante i controlli serali su mezzi, merci e persone in transito nella locale area portuale e diretti verso l’Albania, sono incappati due autisti albanesi, rispettivamente di 63 e 37 anni, conducenti di un autobus diretto a Durazzo.

Nel corso delle ispezioni in materia valutaria, per verificare l’osservanza della disposizione legislativa che prevede la dichiarazione doganale per la detenzione in frontiera di importi superiori a 10.000 euro, è stato accertato il possesso di 6.000 euro sulla persona del primo e 5.000 sul secondo, in banconote da 50 euro cadauna.

Apparentemente tutto regolare, senonché alcuni elementi, tra cui la qualità della stampa, l’assenza di filigrana e del filo di sicurezza e la mancanza di taluni elementi sulla placchetta olografica, hanno fatto emergere dubbi sull’autenticità dei biglietti che sono risultati contraffatti.

Per tale motivo, le 220 banconote sono state sottoposte a sequestro mentre i due autisti, risultati incensurati, sono stati denunciati a piede libero per detenzione di monete contraffatte, su conforme parere della locale Autorità Giudiziaria.

Sono in corso indagini per individuare elementi connessi al canale di approvvigionamento ed a quello di smistamento delle banconote false.