Furbetti del cartellino negli ospedali di Monopoli e Molfetta: in arrivo 20 licenziamenti

Attesa per le decisioni dell’Ufficio procedimenti disciplinari della Asl

La prossima settimana la Asl di Bari emanerà i provvedimenti disciplinari nei confronti di medici, impiegati e infermieri coinvolti in estate nelle indagini sull’assenteismo negli ospedali di Molfetta e Monopoli.

Si tratta di 33 persone per il fascicolo della Procura di Bari sull’ospedale “San Giacomo” e di altre 18 per quello della Procura di Trani sul nosocomio “Tonino Bello”, tutti nel frattempo tornati in libertà ma in gran parte ancora sospesi dal lavoro. Il decreto Madia ne imporrebbe il licenziamento senza preavviso. Ma al momento non si hanno certezze, probabilmente a perdere il posto di lavoro saranno una ventina di dipendenti, tra i quali il direttore di un reparto.

La questione resta molto delicata per i medici coinvolti che dovranno anche fare i conti con le sanzioni dell’Ordine che per le condanne oltre i due anni prevede la radiazione. I medici interessati tra le due inchieste sono 26 e hanno già tutti provveduto a risarcire la Asl per le ore di assenza contestate, così da evitare i procedimenti per danno erariale.