Ha problemi economici e tenta di uccidere figlio neonato: arrestato 40enne

Prima ha minacciato di uccidere il bimbo con un coltello, poi ha provato a strangolarlo

I Carabinieri hanno arrestato un uomo di 40 anni, originario di Bari e con qualche precedente per scommesse clandestine e gioco d’azzardo, che dopo l’ennesima lite con la compagna, una 33enne marocchina, l’ha insultata e picchiata e ha tentato di uccidere il figlio neonato. A scatenare l’ira dell’uomo problemi economici e il rischio dello sfratto a fine mese. L’uomo si è scagliato contro il bimbo, di soli 4 mesi, e l’ha portato via insieme a un coltello da cucina, minacciando di ucciderlo. I passanti hanno chiamato il 112. I militari, intervenuti tempestivamente, hanno tentato di calmare l’uomo, che stava stringendo la mano sulla gola del bimbo, ma alla fine sono riusciti a liberarlo. L’uomo ora si trova ai domiciliari. Né la mamma né il piccolo sono in pericolo di vita.