San Nicola, il corteo storico incanta i baresi tra spettacolo e tradizione

San Nicola, il corteo storico incanta i baresi tra spettacolo e tradizione

Oggi la giornata clou Frecce Tricolori e i fuochi d’artificio

Le Frecce tricolori e i fuochi pirotecnici. Le celebrazioni religiose e le processioni nei vicoli della città vecchia. San Nicola tra sacro e profano, oggi si accendono le luci sul cuore della festa. Con la devozione dei pellegrini in terra e lo show nel cielo della pattuglia acrobatica dell’Aeronautica Militare, che nel pomeriggio raccoglierà migliaia di persone sul lungomare barese.

Le celebrazioni religiose cominciano poco prima dell’alba, alle 4.30, con l’apertura della Basilica e il lancio delle diane, i fuochi d’artificio diurni visibili alla luce del giorno grazie a un particolare gioco di polveri colorate. Alle 6.45 dalla Basilica parte la processione con la statua del santo di Myra, che attraversa le stradine di Bari vecchia per raggiungere piazza Federico II di Svevia, poi piazza Libertà, corso Vittorio Emanuele, corso Cavour e infine il molo San Nicola, dove alle 9.45 è previsto un nuovo spettacolo pirotecnico affidato alla ditta Firelight di Valenzano. Sul molo San Nicola alle 10 appuntamento con la messa, la tradizionale benedizione del mare e l’imbarco della statua del Santo.

Per i fedeli baresi e i pellegrini giunti da tutto il mondo, la giornata prosegue alle 12 con la supplica alla Madonna di Pompei in Basilica. Una nuova messa è prevista, come ogni anno, alle 18.30 sul molo San Nicola, dove alle 20 torna la statua del vescovo di Myra, portata in processione fino a piazza del Ferrarese. Gran finale alle 22 con i fuochi d’artificio: spettacolo ripetuto anche domani sera.