Maltrattano bambini autistici in un centro di riabilitazione: arrestate quattro educatrici

Oltre cento episodi di minacce, insulti e violenze fisiche

Maltrattavano i bambini affetti da autismo che frequentavano il centro privato di riabilitazione “Istituto Sant’Agostino” di Triggiano e per questo motivo quattro educatrici sono state arrestate dai carabinieri.

I militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Bari nei confronti di due 42enni e due 29enni assunte nell’istituto privato convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale.

L’indagine, svolta dai carabinieri della Stazione di Noicattaro e coordinata dalla Procura di Bari, è stata avviata nell’ottobre dello scorso anno, dopo una segnalazione di una dipendente che dichiarò agli investigatori di aver assistito a comportamenti violenti e vessatori da parte di alcune educatrici nei confronti degli ospiti della struttura, già dal 2016.

I carabinieri hanno accertato circa 100 episodi di maltrattamenti, ed in particolare sono emerse reiterate minacce, insulti e violenze fisiche a danno di 9 minori, di età compresa tra i 7 e i 15 anni, tutti affetti da gravi forme di autismo e pertanto impossibilitati a comunicare le violenze subite.

La Procura di Bari, avvalendosi anche di una consulenza tecnica di un esperto in psichiatria, ritenendo sussistenti le condotte vessatorie e violente compiute dalle 4 educatrici sui minori, rilevandone l’estrema dannosità con riferimento alle già gravi patologie di cui le vittime soffrono, ha richiesto ed ottenuto dal gip gli arresti domiciliari per le quattro donne.