Terremoto, dopo la scosse chiuse anche oggi le scuole e gli uffici ad Altamura

Verifiche in corso sugli edifici. Chiusa per due ore anche la linea ferroviaria Gioia – Bari

Tanta paura tra i cittadini e verifiche in corso, dopo la scossa di terremoto che alle 13.45 di ieri è stata avvertita, nelle province di Bari, Bat e Matera, con epicentro localizzato dall’Ingv a circa 5 chilometri di Altamura ad una profondità di 38 km. La scossa è stata classificata di magnitudo 3.5. Dalla Protezione civile della Puglia confermano che “non sono stati segnalati danni particolari e non ci sono feriti”. La Sala Operativa della Protezione Civile regionale – si legge nella nota – “resterà in costante contatto con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e i Vigili del Fuoco per seguire l’evolversi della situazione e intervenire in caso di necessità”.

Il Primo Cittadino di Altamura, tuttavia, ha disposto, con ordinanza, la chiusura prima nel pomeriggio di ieri e poi per tutta la giornata odierna, in via precauzionale, delle scuole di ogni ordine e grado e degli uffici pubblici. Scuole ed uffici pubblici che nell’immediatezza dell’evento sismico sono stati immediatamente evacuati. Sulla linea Bari-Taranto di Ferrovie dello Stato, tra Gioia del Colle ed il capoluogo, la circolazione ferroviaria è stata sospesa in via precauzionale per circa due ore, dopo la scossa sismica. Le verifiche sullo stato dell’infrastruttura da parte dei tecnici di Rfi si sono concluse con esito negativo ed è stata riattivata la circolazione ferroviaria fra Gioia del Colle e Bari. Durante l’interruzione tre treni regionali hanno registrato ritardi compresi fra 30 e 70 minuti, quattro sono stati cancellati e due limitati nel percorso e sostituiti con autobus.

L’intera giornata di sabato sarà dedicata per completare sopralluoghi ed ulteriori verifiche degli uffici tecnici comunali nei plessi scolastici e nelle strutture pubbliche.