Eccellenza, gol e spettacolo a Corato: 3-3 contro il Casarano

I neroverdi di mister Zinfollino rimontano dall’1-3

Una partita dai due volti e ricca di gol va in scena al Comunale di Corato dove i neroverdi guidati dal neo allenatore Gino Zinfollino agguantano il 3-3 contro la corazzata Casarano, rimontando dall’1-3 a favore dei salentini. Settimana travagliata in casa Corato, ma il cambio di allenatore porta nuova linfa dopo la sfida di Coppa vincente con il Bisceglie. Il tecnico andriese parte con il 3-4-3, in avanti solo attaccanti di bassa statura, per così dire, Morra infortunato non è tra i convocati. Nel Casarano in avanti c’è l’ex di Di Rito, spesso preso di mira dal tifo locale, in contestazione nella prima frazione.

Partono bene i padroni di casa con la punizione pericolosa di De Vivo al minuto 5. E’ solo un’illusione perché all’8′ passano gli ospiti: corre via sulla destra Palmisano, traversone in area e tap-in vincente di Mincica, ed è 0-1. Reazione immediata dei neroverdi con una conclusione dal limite di Monteduro, fuori di un nulla. Al 26′ Sisalli si libera bene sull’out di sinistra, ma il suo traversone per Sguera diventa un tiro facilmente bloccato da Montagnolo. Al 35′ ancora Corato in avanti con la botta dal limite di Zinetti, ancora fuori di pochi centimetri. Nel momento migliore dei padroni di casa, tuttavia, arriva il raddoppio dei salentini: al 47′ punizione di Mincica e sfera che si insacca. 0-2 e tante le colpe dell’estremo difensore D’Angelo, forse sorpreso. Doppietta, invece, per l’attaccante rossoblù. Il Corato non ci sta e al 49′ mette dentro la rete che accorcia le distanze con Manzari che di testa risolve un situazione confusa in area. Partita riaperta e si va al riposo.

Nella ripresa torna prepotentemente in campo il Casarano con due rapide conclusioni: prima al 10′ con Palmisano di testa in area, ben parato da D’Angelo, poi all’11’ con Vicedomini che sfiora il palo dal limite. Il Corato prova a riorganizzarsi, ma al 16′ arriva la terza rete dei salentini: l’ex Di Rito non è in fuorigioco, si invola, rientra dal limite e poi si inventa la parabola giusta che vale l’1-3. Notte fonde al Comunale di Corato, ma la partita riserva altre sorprese: Zinfollino passa alla difesa a quattro e sposta Sisalli a centrocampo, scelta che si rivelerà azzeccata. Al 18′, infatti, accorciano le distanze ancora una volta i neroverdi con lo stesso Sisalli che riceve da Manzari e piazza un sinistro chirurgico da fuori area, ed è 2-3. Partita che si rianima con squadre lunghe e alla ricerca del gol. Gol che arriva al 24′ ed è ancora del Corato: calcio d’angolo battuto a sorpresa e rete del neo entrato Loseto che pareggia i conti e fa esplodere il Comunale in un misto di rabbia e gioia. Gli animi si scaldano: al 26′ i padroni di casa reclamano un calcio di rigore, ma l’arbitro lascia proseguire tra le proteste. Al 28′ ci crede il Corato ancora con Sisalli che da fuori colpisce male e rende facile la presa per Montagnolo. Al 30′ punizione di Loseto e palla che scende bene a pochi centimetri dalla traversa. Si lotta su ogni pallone, ma il Casarano non sta a guardare. Al 38′ Palmisano sfiora il nuovo vantaggio, approfittando del sbilanciamento dei padroni di casa. Al 41′ ancora Palmisano, e difesa che libera in affanno. Un minuto dopo ci prova con una rovesciata Palma, ma la sua conclusione termina fuori. L’ultima azione è di marca neroverde: contropiede al 47′ di Piarulli e conclusione che termina sull’esterno della rete. Fischio finale e 3-3 il risultato finale.

Corato che ottiene un punto contro un Casarano in salute. Per mister Zinfollino la buona notizia è il Corato visto in campo nel secondo tempo dopo gli spostamenti e i cambi decisi dallo stesso tecnico andriese. Salentini rammaricati per aver concesso la rimonta ai neroverdi, ma la corsa ai primi posti resta viva più che mai. Ora il Corato avrà una settimana di lavoro, prima di tornare in campo domenica prossima contro la Molfetta Sportiva.