Aggressione omofoba in largo Adua: arrestato il sesto componente del branco

Il 18enne è finito in manette dopo nove mesi di indagini

Un ragazzo di 18 anni è stato arrestato a Bari dalla Polizia, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale dei Minori, con le accuse di rapina pluriaggravata e lesioni aggravate in concorso.

Il giovane, minorenne all’epoca dei fatti, sarebbe uno dei responsabile della violenta aggressione di stampo omofobo ai danni di una coppia di ragazzi avvenuta l’8 giugno 2017, nel cuore della movida barese, davanti ai locali dell’affollato largo Adua, alla presenza di numerosi avventori.

I malcapitati, un italiano ed un cittadino spagnolo, erano stati dapprima apostrofati con offese umilianti e di stampo omofobo e poi percossi da un gruppo di sette giovani, di cui tre minorenni.

Nel corso del pestaggio, i due giovani riportarono lesioni al viso ed alla testa e vennero anche rapinati di alcuni monili in oro ed argento. Le immagini video acquisite dalla Squadra Mobile hanno consentito di ricostruire nel dettaglio la vicenda. A seguito delle prime indagini, nell’ottobre 2017, la Polizia arrestò due maggiorenni del gruppo, e furono riscontrate responsabilità anche a carico di altri due minorenni, già gravati da precedenti penali per rapina pluriaggravata, che furono arrestati il 24 febbraio scorso.