Palazzina abbandonata come centro di spaccio: arrestato un 22enne

Palazzina abbandonata come centro di spaccio: arrestato un 22enne

Sequestrato un borsone contenente 400 grammi di droga

Nella giornata di ieri, a Bitonto, la Polizia di Stato ha tratto in arresto un pregiudicato di 22 anni, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi. Nell’ambito dei servizi di prevenzione ad “Alto Impatto”, disposti dal Sig. Questore di Bari, Dirigente Generale dr. Carmine Esposito, i poliziotti del locale Commissariato di P.S., unitamente al personale del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale”, hanno eseguito numerose perquisizioni domiciliari a carico di alcuni pregiudicati che risiedono nel centro storico ed hanno esteso l’attività anche ad alcune abitazioni in stato di abbandono, solitamente utilizzate dalla criminalità locale per occultare armi e stupefacenti.

Dopo aver bloccato le vie di accesso dell’area in cui nei giorni precedenti era stato notato uno strano via vai di tossicodipendenti, i poliziotti hanno notato alcune “vedette” che, dopo aver “dato l’allarme”, hanno guadagnato la fuga.

Gli agenti, entrati all’interno di un palazzina abbandonata, sono riusciti a bloccare il 22enne mentre cercava di fuggire attraverso il terrazzo dello stabile. Nei locali da cui l’uomo ha tentato di allontanarsi sono stati rinvenuti e sequestrati un borsone contenente 400 gr. di sostanze stupefacenti, cocaina, marijuana ed hascisc, già suddivise in circa 300 dosi, ed una pistola con matricola abrasa, dotata di munizionamento.
Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso la casa Circondariale di Bari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.