Alta Velocità Napoli-BARI, protocollo di legalità tra prefettura e Rfi

Alta Velocità Napoli-BARI, protocollo di legalità tra prefettura e Rfi

Firmano anche sindacati per monitoraggio flussi di manodopera

Sottoscritto tra il prefetto di Napoli Carmela Pagano, i rappresentanti di Rete Ferroviaria Italiana e dell’Ati appaltatrice dei lavori, il Protocollo di legalità relativo alla realizzazione delle opere ferroviarie nella tratta Napoli-Cancello della linea AV/AC Napoli-BARI, ricadente nel programma delle “Infrastrutture pubbliche e private e degli insediamenti produttivi di cui alla delibera del Cipe” 21 dicembre 2001 n.121.

Si tratta del primo protocollo di legalità di rilievo nazionale sottoscritto da Rfi, che riguarderà tutta la filiera delle imprese affidatarie dei lavori di esecuzione dell’opera di importanza strategica nel sistema dei collegamenti tra le aree del Paese. Con il documento si è inteso garantire il più elevato livello di prevenzione antimafia nell’esecuzione delle opere e di verifica della sicurezza e della regolarità dei cantieri di lavoro. Per tali finalità, il protocollo è stato altresì sottoscritto dal direttore della Direzione territoriale del Lavoro di Napoli e dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali di categoria, per la parte del protocollo relativa, in particolare, al monitoraggio e tracciamento, ai fini di trasparenza, dei flussi di manodopera.